La principessa che credeva nelle favole – come liberarsi del proprio principe azzurro // Book review

17 gennaio 2014 | By More

La principessa che credeva nelle favole

 

“Un bel giorno il mio principe arriverà”:  almeno una volta nella vita, ognuna di noi si è detta che un bel giorno un bellissimo ed affascinante principe sarebbe arrivato e avremmo vissuto con lui felici e contenti.  Victoria, la protagonista del libro “La principessa che credeva nelle favole – come liberarsi del proprio principe azzurro” ci credeva fermamente. E un giorno un Principe azzurro arrivò davvero per lei. Non la salvò né da terribili mostri né da enormi draghi, ma solo da “un mare di noia”, ma per lei era proprio il suo principe:

“Sembrava adattarsi alla perfezione ai suoi parametri: era un principe bello e affascinante, e aveva abbastanza coraggio da tentare un approccio”.

Come in tutte le più belle favole, i due si amarono sin dal primo istante. La principessa Victoria fece conoscere al suo principe anche Vicky, la sua “amica invisibile” che tanti guai le aveva causato con il re e la regina suoi genitori. Il principe amò subito anche quella parte di lei e poco tempo dopo i due  si sposarono. La vita, però, si sa, è ben diversa dalle favole e presto Victoria scoprì che il suo amato dottor Sorriso (come amava chiamare il marito per via della sua allegria e del suo splendido sorriso) nascondeva un signor Nascosto crudele e terribile.

Così, invece di accontentarsi di un amore che tale più non era, e piuttosto che continuare a subire le angherie del marito, attendendo invano il “ritorno” dello “scomparso”  dottor Sorriso, Victoria lascia il suo porto instabile, ma sicuro e, incoraggiata dal saggio gufo Doc, intraprende il suo viaggio sul “Sentiero della Verità”.

Si tratta, in realtà, di un viaggio interiore nel “Mare delle Emozioni”, un viaggio che molte di noi dovrebbero fare, poiché spesso viviamo di illusioni e non accettiamo di vedere ciò che abbiamo davanti agli occhi. Vediamo solo ciò che vogliamo vedere e preferiamo soffrire piuttosto che accettare la verità.

“La principessa che credeva nelle favole – come liberarsi del proprio principe azzurro”, può essere definito un romanzo di formazione. La protagonista,infatti, dopo una serie di vicissitudini, riesce a giungere alla Verità, ma non sarà la fine, bensì l’Inizio!

“[…] Adesso sapeva che pur desiderando un principe all’interno della sua esistenza, non avrebbe mai dovuto permettergli di diventare la sua vita: amava se stessa abbastanza da poter vivere felice, con o senza di lui”.

“Ogni giorno rappresenta una nuova opportunità per diventare come vuoi essere…Non devi rimanere bloccata nelle tue antiche convinzioni e credenze che ti vengono imposte da altre persone…”.

Potrebbe essere un “Codice Reale” da seguire,un utile strumento  per tutte noi bloccate nella Terra delle Illusioni.  Tanti sono gli spunti di riflessione offerti da questa “favola che va dritta al cuore”.

“E’ nostro diritto di nascita essere degni di rispetto e amore, e abbiamo l’obbligo di non accontentarci di nulla di meno”.

 

Autrice: Marcia Grad Powers
Prezzo di copertina: 8,90 euro
Pagine: 220
Ebook disponibile

Tags: , , , ,

Category: Books

About the Author ()

Romantica e sognatrice, ma con qualche sprazzo di cinismo. I suoi valori più importanti sono la famiglia e la lealtà. Le piace leggere, viaggiare, guardare film e telefilm. Adora la tecnologia e studia lingue orientali. Le piace conoscere sempre cose nuove ed ha una vera passione per il cibo (beh chi non ce l'ha?!).

Leave a Reply