Ferragamo lancia il progetto Icona e ti fa personalizzare un classico. Scopri come!

9 maggio 2013 | By More


ferragamo vara

Se si pensa a Ferragamo, una delle prime cose che ci viene in mente è la Vara. Anche se non sai che si chiama così, sai com’è fatta: è una scarpa dal tacco medio e dall’aria elegante, con un fiocco rigido in grosgrain sulla punta. Tutte, da Marilyn Monroe a Margaret Thatcher, le hanno indossate. Probabilmente anche tua nonna le ha portate e, se sei stata fortunata, gliele hai rubate!

Sono l’ultima tendenza dello stile granny chic e quest’anno spengono ben 35 candeline. Per festeggiare, Ferragamo ha lanciato un nuovo progetto innovativo, Icona.

ferragamo-shoes

SALVATORE FERRAGAMO ‘VARINA’ ballerina

SALVATORE FERRAGAMO classic pump

Il progetto è curato e diretto dalla Voguette Claiborne Swanson Frank e presenta meravigliose foto e video della solita schiera di It-girls (Miroslava Duma, Lauren Santo Domingo, Chiara Clemente, Olivia Palermo, Alexandra Richards, Elettra Weidemann, Susie Lau, Lauren Remington Platt, Amanda Hearst, Lily Aldridge, Laure Hériard Dubreuil…solo per citarne alcune) che indossano le Vara, o la versione bassa, le Varina. L’elemento più accattivante del progetto tuttavia è che per la prima volta Ferragamo permette alle clienti di personalizzare le Vara.

Potete scegliere il colore del fiocco, quello della scarpa, personalizzare la placchetta nella versione oro o argento ed è possibile incidere le vostre iniziali su una placchetta metallica, situata sotto la suola della scarpa.

ferragamo-it-girls

“Penso che l’esclusività sia molto importante nella moda”, afferma James Ferragamo, direttore della pelletteria femminile, all’evento di lancio. “Oggi la moda è fare qualcosa che sia solo per sé piuttosto che per le masse.”

“Questa scarpa è con Ferragamo da 35 anni, quindi è un icona del marchio, creata da mia zia Fiamma,(Di San Giuliani Ferragamo) ed è qualcosa che rappresenta un pezzo senza tempo del brand”, continua Ferragamo. “Dunque, questo è un esempio di come sia possibile creare qualcosa che sia contemporaneamente senza tempo ma personalizzato. Il programma è creato appositamente per le clienti che vogliono acquistare le Vara e creare una scarpa che sia fatta solo per loro, con le loro iniziali.”

Oltre alla supervisione della pelletteria femminile per il brand, Ferragamo è chiaramente parte della famiglia- Salvatore, il fondatore, è suo nonno. Il suo legame alla Vara è profondo e personale. “È la prima scarpa che ho realizzato” dice. “Quando avevo nove anni, mentre lavoravo alla catena di montaggio, produssi un paio di queste scarpe per la mia nonna inglese. (Sono inglese per metà). Lei non le indossò mai, le ha sempre conservate come simbolo di una scarpa realizzata per lei da suo nipote.”

Mentre la nonna di Ferragamo avrebbe potuto conservare le sue Vara fatte a mano, possiamo vedere questo nuovo programma di personalizzazione che incita molte donne -nonne e nipoti- a provarlo. È una cosa rara per un marchio storico permettere alle clienti di giocare con un clasico. Ma pensiamo che Ferragamo stia facendo una giusta scelta.

Cosa ne pensate di questa iniziativa? A me è piaciuta molto, la Vara è una scarpa sofisticata ed ha anche una storia simpatica, che potete trovare qui. Potete trovare il programma Icona qui e personalizzare il vostro paio di Vara. È possibile anche guardare le Vara di alcune it-girls e vi consiglio anche di guardare il bellissimo video girato per l’iniziativa. La mia proposta di Vara, che potete vedere seguendo questo link, resta molto classica. Scarpa blu Oxford, fiocco e tacco rosso rubino e placchetta oro.  Insomma, cosa aspettate a tuffarvi nella Ferragamo experience?

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Category: Fashion

About the Author ()

Amante dei colori, sin da piccola ne conosceva ogni gradazione. Adora le lingue straniere, sogna di conoscere almeno una parola per ogni lingua del mondo. Ha una passione sfrenata per la Francia e per tutto ciò che è francese. Ama anche le serie tv, ma non chiedetele la sua preferita, la Top 3 si aggiorna di volta in volta. Pregio e difetto: sa ascoltare, ma le bugie proprio non le sopporta.

Leave a Reply